Per chi vuol saperne di più sul Duomo di Barga ed i suoi mister i e di Piarcarlo arch. Marroni.

 

 

IL DUOMO DI BARGA

 

 

Il Duomo di Barga, dedicato a San Cristoforo, si trova sulla sommità della rocca e domina buona parte della vallata del
Serchio con alle spalle l’appennino tosco-emiliano e di fronte la maestosa catena delle Apuane. La chiesa è stata
costruita in quattro tempi diversi. La primitiva costruzione risale a prima del mille. Nel XII secolo venne effettuato
un primo ampliamento in stile romanico. Successivamente, nel XIII secolo, con un secondo ampliamento affiorano motivi
gotici con finestre ogivali. Con la realizzazione delle due grandi cappelle laterali e del coro (1500-1600) si ebbe
il terzo ampliamento, che completa la definitiva costruzione del tempio.La facciata attuale, che era uno dei fianchi
della chiesa, è di una bellezza suggestiva in bozze asimmetriche di pietra detta “alberese di Barga” che acquistano
tonalità e sfumature diverse a secondo della luminosità ricevuta, sia la facciata che i fianchi sono ornate da archetti
a tutto sesto con capitelli con su scolpite figure umane, animali fantastici fregi vari .

 

Formelle fianco larerale sinistro prospicente "Aringo":

Formelle fronte:

Formelle fianco laterale destro prospicente "Avelli":

ALTRE FIGURE

La porta maggiore è sovrastata da un arco di foglie d’acanto ed architrave con scolpita una scena vendemmiale ed è fiancheggiata da due colonne alla sommità delle quali si vedono due leoni che simboleggiano la forza della fede.

Sullo stipite destro della porta vi è un epigrafe indecifrata.

Duomo di Barga

La porta laterale, che guarda la loggetta del Podestà, è sovrastata da un bellissimo architravedecorato a bassorilievo raffigurante un banchetto eucaristico attribuito all’artistalucchese Biduino (XII secolo).

L’ interno è composto da tre navate ed è diviso in due parti da plutei decorati.

Nella prima parte, che è la parte più antica, si trova il Fonte battesimale

con sovrastante una pala raffigurante San Cristoforo

e un acquasantiera.

IL PULPITO

A fianco del pluteo di destra vi è un pulpito di notevole fattura risalente al XII secolo, con scena a bassorilievo raffiguranti la vita di Gesù Cristo opera di Guido Bigarelli da Como.

Da tre piccole scalinate si accede alla seconda parte della chiesa al centro della quale troneggia una maestosa statua lignea raffigurante San Cristoforo patrono di Barga che si ritiene scolpita intorno al mille,

ed un altare di notevole fattura


Nelle due cappelle laterali si conservano altre opere d’ arte. Nella cappella di sinistra vi è una croce dipinta nel XIII secolo

e sopra l’altare seicentesco

una tela

con San Giuseppe, San Rocco e Sant’Antonio con sullo sfondo un panorama di Barga

TERRE ROBBIANE NEL DUOMO DI BARGA
Nella cappella di destra si possono ammirare tre esemplari di terre attribuite a Della Robbia :

MADONNA CON BAMBINO FRA SAN SEBASTIANO E SAN ROCCO (attribuita alla Bottega del Buglione

(1527-1528)

CIBORIO (attribuito ad Andrea Della Robbia 1490-1495)

ADORAZIONE DEL BAMBINO

MONOFORE

ACQUASANTIERE

 

SANTA LUCIA